Giubbotti di salvataggio: come fare manutenzione.

Data 28 February 2022
Text
La sicurezza in barca è strettamente legata alla manutenzione, anche dei giubbotti di salvataggio.

La sicurezza in barca è strettamente legata alla manutenzione, anche dei giubbotti di salvataggio. All'interno di questo articolo cercheremo di fare chiarezza sulle procedure per mantenere sempre in stato di efficienza i giubbotti salvagente. 

●      Controllare l’involucro esterno

●      Controllare la parte interna

●      Controllare gli accessori

Nel corso degli ultimi anni, sempre più persone si sono dimostrate attente e sensibili al tema della sicurezza nautica. 

Proprio in quest’ottica è estremamente importante mantenere le dotazioni di bordo in condizioni di perfetta efficienza. 

 

I giubbotti salvagente non solo possono essere paragonati alle cinture di sicurezza delle auto in riferimento alla protezione, ma, in scongiurabili condizioni estreme, ci permettono di sopravvivere per molte ore. 

I giubbotti di salvataggio moderni sono decisamente meno ingombranti, più leggeri e comodi rispetto a quelli di anni fa. Attualmente ci sono molte poche ragioni per non indossarli. 

La manutenzione è quindi un aspetto fondamentale da non trascurare. Eseguirla puntualmente è molto importante in quanto i giubbotti sono spesso utilizzati e maltrattati durante tutta la stagione, magari inzuppati di acqua salata e asciugati sotto il sole. 

Ecco perché è necessario effettuare un controllo approfondito dei salvagenti, almeno una volta per stagione. 

Controllare l’involucro esterno

Il primo aspetto è controllare chiaramente l'involucro esterno, così come le cinghie e le fibbie. Dobbiamo cercare eventuali segni di usura o di lacerazione dell'involucro esterno. Effettuiamo anche un’ispezione dell'imbracatura, al fine di osservare le cinghie e guardare attentamente le cuciture. Non devono essere, infatti, presenti tagli, così come strappi o altri danni provocati dai raggi ultravioletti. 

Dopo avere osservato tali aspetti, concentriamoci sulla fibbia, la quale non deve essere storta, con scheggiature o crepe. 

Una parte fondamentale del giubbotto di salvataggio è la cinghia inguinale, che deve essere chiaramente utilizzata al fine di avvicinare, quanto più, il salvagente al corpo. Attenzione alle fibbie di plastica su entrambe le estremità, perché tendono ad essere calpestate o ad impigliarsi. 

Controllare la parte interna

Dopo aver effettuato questi controlli, osserviamo l'involucro del giubbotto di salvataggio. Per fare questo, tiriamo la cerniera o la chiusura in velcro. Guardiamo bene, cercando eventuali parti che presentano alterazioni, qualche taglio o lacerazione interna. 

Se presente, la bombola del gas non deve presentare segni di corrosione al fine di funzionare correttamente. Il nastro riflettente deve essere, inoltre, totalmente attaccato e in buone condizioni con le cuciture intatte. 

Controllare gli accessori

Concentriamoci poi sugli accessori al giubbotto. Non può mancare chiaramente un fischietto, attaccato in modo adeguato. 

Controlliamo la luce di segnalazione verificando che sia funzionante anche a contatto con l'acqua. 

Le valvole, inoltre, devono essere perfettamente funzionanti.

Ecco, in sintesi, i principali consigli da seguire per effettuare una corretta manutenzione dei giubbotti di salvataggio impiegati con i nostri gommoni. 

Attenzione quindi ad effettuare tale controllo ad ogni inizio stagione. A dire il vero, questo controllo potrebbe essere effettuato anche diverse volte all'anno, in quanto, tutto sommato, è veloce da realizzare ed ha un potenziale di grande utilità.

 

 

Share on WhatsApp
Share on Twitter
Share on Facebook
Copy to clipboard