Si può Guidare un Gommone Senza Patente? Ecco le Regole

Data 21 June 2021
Text
Lo Stato Italiano, a differenza di molti Paesi Eu ed extra Eu, garantisce la possibilità di condurre natanti e imbarcazioni anche senza essere in possesso di una patente nautica. Ma a certe condizioni. Prima di passare ad esaminare quali, vale forse la pena fare un po’ di chiarezza su alcuni concetti base

Natante, imbarcazione, nave

Un natante da diporto è “una qualunque unità a remi, a motore o a vela la cui lunghezza non oltrepassi i 10 metri”. I natanti da diporto, a differenza di imbarcazioni e navi,  non hanno obbligo di iscrizione al Registro Imbarcazioni da Diporto tenuto dalla Capitaneria di Porto.

Le  imbarcazioni da diporto sono invece tutte quelle barche lunghe più di 10 metri ma meno di 24 metri. In questo caso l’iscrizione al Registro Imbarcazioni da Diporto della Capitaneria di Porto è obbligatoria.

Le navi da diporto indicano infine tutte le unità da diporto con una lunghezza di oltre 24 metri.

Miglia e cavalli, i fattori chiave

A differenza delle barche da diporto, le regole per i gommoni in materia di obbligo di patente nautica sono un po’ più semplici. La sola patente nautica richiesta è infatti quella di Tipo A e solo in particolari condizioni. Vediamo quali.

Distanza dalla costa

Se progettate di navigare entro 6 miglia nautiche dalla costa non è richiesto alcun tipo di patente nautica (a condizione che il vostro gommone soddisfi anche gli altri requisiti di potenza e cilindrata che vedremo nel prossimo paragrafo). Se invece volete spingervi fino a 12 miglia dalla costa ma non oltre questa distanza dovrete essere in possesso di una patente nautica di Tipo A entro le 12 miglia. Se volete superare le 12 miglia dalla costa (la cosiddetta patente senza limiti) l’esame che dovrete sostenere è quello per la patente nautica di Tipo A oltre le 12 miglia (acque internazionali). Peraltro, non è necessario scegliere una volta per tutte: se optate per una patente entro le 12 miglia e volete poi fare l’upgrade a quella senza limiti dovrete semplicemente sostenere un esame teorico aggiuntivo e il gioco è fatto.

Potenza e cilindrata

I parametri che definiscono l’obbligatorietà di patente nautica per la guida di un gommone fanno riferimento sia alla potenza che alla cilindrata. Se ne richiede il possesso, indipendentemente dal fatto che navighiate entro le 6 miglia o oltre questa distanza dalla costa, qualora il vostro gommone abbia:

Un motore con più di 30 kw (o più di 40,8 cv)

un motore con una cilindrata superiore a 750 cc (in caso di carburazione o iniezione a due tempi)
un motore con una cilindrata superiore a 1.000 cc (se a carburazione a 4 tempi fuoribordo o se a iniezione diretta)
un motore con una cilindrata superiore a 1.300 cc (se a carburazione a 4 tempi entrobordo)
un motore con una cilindrata superiore a 2.000 cc (se motore a ciclo diesel)

Sci nautico

Questo è un caso speciale che prescinde da tutto quanto detto sopra: se infatti volete utilizzare il vostro gommone come mezzo di traino per la pratica dello sci d’acqua avrete bisogno di una patente nautica indipendentemente da miglia, cavalli o cilindrata.

Tips

Indipendentemente dal tipo di patente nautica che volete ottenere, un consiglio molto semplice è quello di applicarvi per la patente idonea al solo comando di unità a motore. Così facendo eviterete le complesse domande concepite per chi conduce imbarcazioni a vela.

Come per l’auto, potete decidere di sostenere l’esame per la patente nautica anche da privatisti. L’esame per la patente entro 12 miglia si può sostenere anche presso la Motorizzazione CIvile mentre per la patente senza limiti bisogna rivolgersi alla Capitaneria di Porto. 

 

Share on WhatsApp
Share on Twitter
Share on Facebook
Copy to clipboard